Stampa

Psicologia: La partita di tennis come una partita a scacchi

In una partita a scacchi le prime mosse non sono mai finalizzate a dare scacco al re.

Studiare un progetto ed un percorso per dare scacco al re pensando contemporaneamente a difendere il proprio re è il senso della partita a scacchi.

La mossa di un pedone presuppone sapere quali saranno le prossime mosse, (liberare l'alfiere, o la regina,difendere l'uscita del cavallo, difendersi dall'attacco dell'avversario cercando di leggere quali saranno le sue prossime mosse.

Cosi nel tennis: pensare ad un progetto come conquistarsi un punto, conoscere i propri punti di forza per usarli nel miglior modo, difendersi contemporaneamente dall'avversario: leggere e prevedere i suoi colpi, studiare i suoi colpi più deboli ed in generale le sue debolezze, non dare palle sui suoi colpi più forti, ecc.

Un buon tennista prima di colpire la palla deve sapere dove intende tirare, mirare la traiettoria centrale o angolare, colpire lungo o corto. Consiglio sempre di usare la testa sia in partita che in allenamento. Un buon allenamento può essere quello di dichiarare prima di colpire la palla il proprio obbiettivo. Meglio ancora dichiarare dove tirerò la prossima palla prima ancora che questa venga colpita dall'avversario. Naturalmente per saper mandare la palla dove si vuole occorre allenarsi. Le fasi di allenamento devono servire proprio a questo.

Troppo spesso gli allenamenti non sono finalizzati a pensare alle partite. Si gioca in allegria, con poca o scarsa concentrazione, ridendo, parlando o scherzando con i compagni. Giocare in allegria è senz'altro importante. Si entra in campo anche per alleggerire la tensione della scuola, della famiglia, ecc., ma se la finalità dell'allenamento è quella di migliorarsi nel gioco e che a monte ci sta l'impegno economico dei genitori e la passione di un maestro che gioisce quando l'allievo migliora, occorre anche entrare in campo sfruttando al massimo il tempo a disposizione per migliorare tutte le componenti che servono per realizzarsi.

In sostanza occorre tenere sempre presente che la partita inizia in allenamento.